MANIFESTAZIONE CONTRO L’INCENERITORE A PALIDORO

0 voti

COMUNICATO STAMPA del 13 giugno 2011

MANIFESTAZIONE CONTRO L’INCENERITORE A PALIDORO
SABATO 18 GIUGNO

Il Comitato Rifiuti Zero Fiumicino comunica che è stata indetta una manifestazione pacifica e popolare sabato 18 giugno dalle ore 10 alle 13 a Torrimpietra adiacenza
via Aurelia per esprimere la totale opposizione delle popolazioni di Fiumicino, Cerveteri, Ladispoli, Anguillara e Bracciano alla localizzazione di un impianto di
incenerimento con annessa discarica di rifiuti urbani a Palidoro e comunque nel territorio dei comuni citati.

Il Comitato si è costituito in assemblea il 27 maggio u.s. alla presenza di oltre 500 cittadini ed oltre venti tra associazioni e comitati del territorio allargato interprovinciale, e persegue categoricamente i seguenti obiettivi:

1) No ad inceneritori dei rifiuti di Roma e Fiumicino, dal momento che gli stessi comuni di Roma e Fiumicino non hanno sinora rispettato la legge 152/2006 che impone la riduzione dei rifiuti prodotti con apposite azioni tuttora sconosciute, la raccolta differenziata (oggi almeno al 45% ed entro il prossimo anno al 65% restando attestati ad un misero 15-18% nella migliore delle ipotesi), il recupero della frazione organica con il compostaggio ed il riciclo dei materiali secchi differenziati tramite i consorzi aderenti al CO.NA.I. ;
2) NO a discariche di rifiuti indifferenziati come Malagrotta, dal momento che è illegale conferire in discarica rifiuti urbani non trattati e non è giustificabile l’incapacità e l’immobilismo della Regione all’attuazione delle norme di legge citate e di un piano rifiuti in linea con l’Europa;
3) SI all’avvio immediato della raccolta differenziata porta a porta spinta (con eliminazione dei cassonetti stradali che bloccano all'attuale misero livello la differenziazione) a Roma ed a Fiumicino con estensione in tutto il territorio del Lazio, unica metodologia che ha dimostrato anche a Roma che funziona e produce almeno il 70% nei pochi e limitati quartieri dove è stata sinora sperimentata.
4) SI alla realizzazione di impianti di bacino per il compostaggio della frazione organica e di selezione e riciclo a freddo della frazione secca differenziata, impianti ad impatto zero e che costano un decimo rispetto ad inceneritori e discariche.

Si sottolinea che la nostra proposta di filiera rifiuti “differenziata” (dalla riduzione al porta a porta al riciclo e compostaggio) è contenuta in una proposta di legge di iniziativa popolare depositata alla Regione Lazio e di imminente validazione in Consiglio regionale per l’avvio della discussione e che rispetto allo sfascio della gestione dei rifiuti di Roma:

• è attuabile subito in quanto sia la raccolta porta a porta che gli impianti citati sono ultra testati e funzionano da decenni in altre regioni italiane con ottimi risultati pari ad almeno il 65-70% a regime;
• non danneggia né l’ambiente né la salute pubblica essendo ad emissione zero;
• sviluppa una capacità occupazionale di ben 23 volte superiore a quella attuale;
• costa un decimo rispetto alla attuale filiera indifferenziata, oltretutto non computando il danno biologico ed ambientale prodotto dalle polveri ultrasottili degli inceneritori e dalle infiltrazioni nelle falde idriche delle discariche,
• rompe finalmente il monopolio nella gestione dei rifiuti laziale oggi finalizzato al solo smaltimento in discarica, con profitto di pochissimi imprenditori che oggi ci possono mettere sotto ricatto;
• produce a regime un risparmio per i cittadini, in quanto con il riciclo ai consorzi CO.NA.I. i comuni riprendono contributi economici (pari a circa 70 €/ton e contemporaneamente riducono i costi di discarica pari a circa 90 €/ton) possono applicare la tariffa puntuale invece della tassa o della tariffa a mq/abitante, arrivando a ridurre anche di un terzo il costo a carico dei cittadini,
• ripristina la legalità oggi violata, per inadempienza e mancata volontà politica della Regione e dei Comuni ancora fermi esclusivamente su pratiche di smaltimento primitive.

rifiutizerofiumicino@gmail.com

www.rifiutizerofiumicino.it (sito in allestimento)

Massimo Piras